» Home » Competenze » Penale » Assistenza processuale penale » Redazione atto di denuncia-querela
Menu:
Ricerca veloce: 
 
Ricerca avanzata
Atto di denuncia-querela
Richiedici una consulenza via e-mail

ASSISTENZA NELLA REDAZIONE DELL'ATTO DI DENUNCIA - QUERELA

CHE COS’E’ E A COSA SERVE UN ATTO DI DENUNCIA – QUERELA

Chiunque sia venuto a conoscenza di un fatto che costituisce reato può presentare denuncia del fatto, ovvero può esporre ad un pubblico ufficiale o direttamente al Pubblico Ministero gli elementi essenziali del fatto, l’indicazione del giorno dell’acquisizione della notizia nonché le fonti di prova già note.

Più completa è la denuncia più facile sarà, per l’autorità giudiziaria, agire; pertanto, se è possibile, è bene indicare le generalità, il domicilio e quanto altro valga ad identificare la persona che ha cagionato il fatto oggetto di reato, se vi è persona offesa e se vi sono persone che hanno assistito ai fatti e /o che possono riferirne (art. 332 c.p.p.).

Qualora il reato che si riscontra in denuncia rientri fra quelli c.d. procedibili d’ufficio (art. 50 comma 2 c.p.p.) sarà sufficiente la semplice esposizione dei fatti di cui alla denuncia affinché l’autorità giudiziaria sia legittimata ad esercitare l’azione penale.
Vi sono, invece, dei reati procedibili solo a querela di parte, ovvero solo qualora vi sia l’espressa volontà che si proceda in ordine ad un fatto previsto dalla legge come reato (art. 336 c.p.p.).

Ipotesi di reati procedibili a querela di parte.

  • importanza della denuncia: come già detto essa costituisce la narrazione dei fatti da cui si evince l’esistenza del reato. E’ importante, pertanto, che questa sia il più possibile chiara, precisa e completa;
  • Importanza della querela: è la condizione necessaria  a procedere. In pratica, se manca la volontà della parte offesa a procedere (è questa la querela), l’autorità giudiziaria non potrà svolgere la necessaria attività volta all’individuazione della fattispecie reato.
    E’ importante, quindi, che il cittadino il quale voglia venga perseguito un fatto reato lo faccia attraverso un atto di denuncia-querela che corrisponda alle caratteristiche sopraccitate: è frequente, infatti, che la persona  si rivolga direttamente alle Forze dell’Ordine semplicemente esponendo i fatti ma senza chiedere che si proceda contro di questi.
ASSISTENZA NELLA REDAZIONE  DELL’ATTO DI DENUNCIA – QUERELA

MSconsulenze si propone, pertanto, per suggerire al cittadino la forma migliore con cui deve essere espressa la denuncia – querela controllandone la forma, i contenuti e consigliando, a seconda del tipo di reato, la soluzione migliore.
Ad esempio, è consigliabile chiedere già in sede di denuncia – querela di essere informati sull’eventuale richiesta di proroga delle indagini (art. 406 comma III c.p.p.) o della richiesta di archiviazione  (art. 408 comma II c.p.p.) da parte del Pubblico Ministero.
 

  

Richiedici una consulenza legale on line.
Puoi anche richiederci un appuntamento presso la nostra sede.
Quanto costa una consulenza? Leggi i dettagli sulle nostre tariffe ed esempi sulle consulenze. Si prega di lasciare il seguente campo vuoto:
Città: Provincia:
via e n.: CAP:
Nome e Cognome: La tua Email: 
Telefono: Fax: 
Oggetto della richiesta: Settore:
Codice Fiscale: Partita Iva (se disponib.):
Tipo di consulenza richiesta:
Descrivi il più dettagliatamente possibile la tua problematica:
Ai sensi e per gli effetti del D.Lgs. 196/2003 MSconsulenze.it nella persona dell' Avv. Martino Spimpolo - Vicolo Ceresina, 1 35030 Caselle di Selvazzano Dentro - PADOVA - garantisce la massima riservatezza nel trattamento dei dati raccolti, che non saranno diffusi. L�interessato gode dei diritti di cui all'art. 7 del D.Lgs. citato, che potranno essere esercitati secondo l'art. 8 del medesimo decreto.

Votaci su Avvocati-Italia.com: