Avvocato a Padova
» Home » Competenze » Civile » Famiglia » Filiazione »

Menu:
Ricerca veloce: 
 
Ricerca avanzata
4. La contestazione della legittimità
Richiedici una consulenza via e-mail

L'azione di contestazione della legittimità mira far venir meno lo stato di figlio legittimo, attraverso la dimostrazione della non coerenza tra quanto risulta aglia tti dello Stato Civile e la reale situazione di fatto.

Tale azione potrà essere esercitata per intaccare uno dei seguenti presupposti della legittimità:

1. esistenza o validità del vincolo matrimoniale tra i genitori;

2. nascita del figlio dalla moglie, precisamente contestando:

  • che vi sia stato realmente il parto della donna indicata come madre all'atto di nascita (supposizione di parto);
  • la non corrispondenza tra l'identità del nato e quella risultante dall'atto di nascita (sostituzione di neonato);

3. concepimento in costanza di matrimonio.

L'azione di contestazione della legittimità potrà essere esercitata da chi dall'atto di nascita del figlio ne risulti genitore e davhiunque vi abbia interesse.
Promossa l'azione, padre, madre e figlio dovranno tutti e tre necessariamente essere chiamati a partecipare al processo, a pena di nullità.

Procedimento:
si tratta di un procedimento ordinario che si inizia con la notifica di un atto alla controparte e continua con lo svolgimento di diverse udienze nel corso delle quali saranno sentiti i testimoni e sovente si renderà necessario l'espletamento di indagini tecniche (esami ematologici e del DNA).
In particolare,  si sottolinea che se il procedimento viene iniziato da uno dei genitori quando il figlio da disconoscere è  minorenne, ovvero se una delle parti (padre, madre o figlio) è interdetta o premorta, o altrimenti incapace. L'esperimento dell'azione dovrà essere preceduto dalla instaurazione di un procedimento preliminare avanti al Tribunale, per la nomina di un curatore che starà in giudizio al posto dell'incapace.

Tempi:
l'importanza di un'istruttoria approfondita, correlata alla delicatezza dei tempi affrontati, implicherà di norma un iter processuale piuttosto lungo ed articolato. Tanto più aumenteranno i tempi laddove all'azione di disconoscimento debba farsi precedere il procedimento per la nomina di un curatore ove una delle parti sia minore od incapace.

Attività svolta da MSconsulenze:
MSconsulenze potrà aiutarVI innanzitutto attraverso la redazione di una CONSULENZA al fine di valutare l'opportunità di procedere con l'azione di contestazione della legittimità; in secondo luogo potrà seguirVi attraverso la redazione degli ATTI GIURIDICI necessari e mediante l'ASSISTENZA  nel corso del relativo procedimento.
A tal fine si prega di inviare richiesta, contenente, in particolare, i seguenti dati:
- data di celebrazione delle nozze;
- data di nascita figlio della cui legittimità si tratta;
- contenuto dell'atto di nascita del figlio della cui legittimità si tratta;
- ragioni per cui si ritiene di dover contestare la legittimità;
- tempo, luogo e modalità con cui si è avuta notizia della non paternità.
nonchè tutto quant'altro si renda necessario al fine del migliore inquadramento del caso di specifico interesse. MSconsulenze si riserva, in ogni caso,di richiedere ulteriori speciicazioni e chiarimenti laddove necssario per l'espletamento dellincarico conferito.

Richiedici una consulenza legale on line.
Puoi anche richiederci un appuntamento presso la nostra sede.
Quanto costa una consulenza? Leggi i dettagli sulle nostre tariffe ed esempi sulle consulenze. Si prega di lasciare il seguente campo vuoto:
Città: Provincia:
via e n.: CAP:
Nome e Cognome: La tua Email: 
Telefono: Fax: 
Oggetto della richiesta: Settore:
Codice Fiscale: Partita Iva (se disponib.):
Tipo di consulenza richiesta:
Acconsento al trattamento dei miei dati, secondo l'informativa Privacy
Descrivi il più dettagliatamente possibile la tua problematica:


   4 / 9 in Filiazione  

Votaci su Avvocati-Italia.com: